Sogno di quarantena

statua

Scorrono i giorni di questa quarantena

Mettendoci di fronte essenziale e superfluo

Quando rivedremo il mondo sapremo

Amare e guardare con occhi diversi


Bacerò la terra, la sabbia, la pietra

Abbraccerò di più anche chi amo meno

Tutto acquista valore

Quando viene negato

Ma ancora di più la tua mancanza

Che scalpita come ossessione


Per ogni vita distrutta da quest’entità invisibile,

io aspiro a crearne una nuova dentro di me,

nuovo respiro, nuova consapevolezza, nuova aspirazione

possiamo ora aprire

tutti i cassetti dove stanno i sogni.

Claudia Neri

Te la sei persa? Leggi la poesia Viva