Sono stanca di amarti ~ Una poesia di Claudia Neri - Parole Mute

Sono stanca di amarti

OOOOOOO-1

Sono stanca di amarti.
A volte mi siedo e penso alle notti passate con le mie mani addosso pensando che fossero le tue.



Attese, ebbrezze di un’immaginazione che rende vivo ogni pensiero e diluisce la realtà in pezzi sfocati.
Le tue mani sui miei fianchi che mi dicono dove andare, il tuo corpo instancabile così preciso, così forte.
Fatto della stessa sostanza dei sogni?
Cioè fatto della stessa sostanza del niente.
Che svanisci al mattino come ogni cosa bella e brutta.
Sono stanca di amarti.
Ma non se ne va questa sensazione.
Il mio corpo non è d’accordo a dirti addio.


Penso che è la speranza che uccide la nostra umanità. Nessuno ci dice che quella gioia dell’attesa del piacere ha un prezzo, e che è alto.
Alto perché l’illusione diventa ossessione e allontana altri pensieri che avrebbero preso il tuo posto.
Venite! gli grido Lui è andato via, via per sempre
Ma non mi credono e io resto a mani vuote e labbra asciutte


Sono stanca di amarti.
Il tuo cuore si è inaridito per me e si riempie di vergogna.
M’hai usato come i bei capelli di Maddalena, per ricordarti la vita, riaccendere l’ardore.

Ma sono stanca di amarti
Lasciami andare
Lasciami amare
Altrove c’è qualcuno che ricambia i miei occhi appassionati
Altrove, lontano da te.

Sono stanca di amarti,
Ti odio, ti odio, ti odio
Hai fatto di ogni mio sogno un soffio
E della mia fiducia fango

Claudia Neri

Non l’hai ancora fatto? Leggi la poesia Virus