Vai al contenuto

Sintassi confuse

Le mie parole sono confuse come i miei sentimenti

Si aggrovigliano, creano strani significati


Fanno eco a lontane sintassi che io non conosco

Ti cercano tra note e righe di canzoni sconosciute


Più sopra, più sotto

Tocca con le mani dove prima c’erano sentimenti


Non so chi sono ora,

i desideri tendono a orizzonti diversi

altri mondi mi chiamano e io non sento


Parlo al tuo corpo muto che lontano giace

A ogni dubbio di questo dolore muto


Ti abbraccio, di abbracci inutili

Ti riempio, di carezze incomplete


Non ho più parole

Per descrivermi e descriverti


Ti lascio andare al buio,

come questa notte che mi attanaglia.


Te la sei persa? Leggi la poesia Riempimi

Articoli correlati

Il tuo nome

Sussurrato di notte, quando nessuno mi sente, il tuo nome rimbomba  come l’eco nelle montagne. Vai, amore mio! Il nostro tempo scorre Diverso da quello

Continua la lettura »

Settembre

Sale di settembre Luce di giorni brevi Inizi che sanno ancora d’estate Finali ancora troppo caldi La notte passa sognando, Impeti di spettri passati. Nulla

Continua la lettura »

Insonnia

Tutto dorme Mentre io sono sveglio Di fronte al cielo mi acquieto In questo immobile buio Tutto è fermo Nemmeno un soffio di vento Eppure

Continua la lettura »

Amarea

Luce di luna che mi chiama Acqua che sale fino al cielo Infrango orizzonti inesplorati Per cercarti nel buio della notte I nostri confini infranti

Continua la lettura »

Chi Sono

Claudia Neri

Ho 25 anni e amo scrivere, viaggiare, mangiare e fare capoeira. Ho studiato lingue e mi occupo di comunicazione digitale ed editing letterario. Mi piace esplorare il mondo e le persone, scoprire nuovi punti di vista e amare sempre. Questo blog è il mio passaporto per l’eternità.”

“Abbi un cuore insaziabile, affamato di vita, senza paura del dolore”

Naviga tra le categorie dei miei articoli